La Resistenza a Uzzano

Data:
07 Novembre 2020
Immagine non trovata

8 Settembre 1944: la Liberazione del Comune di Uzzano

In quel venerdì, un'ambulanza con a bordo una finta ammalata, la pesciatina Ivonne Mariani, moglie del partigiano "Ganna", si recò alla Chiesina e fece da apripista agli angloamericani in direzione della città di Pescia. I nostri nonni ci raccontavano che le truppe alleate, al loro passaggio, lanciavano alla folla festante cioccolate, gomme da masticare e altre golosità che non si erano mai viste dalle nostre parti. Le brigate partigiane, che sul nostro territorio erano per lo più riconducibili alla "XI zona" di "Pippo", al secolo Manrico Ducceschi, scesero dalle colline e convogliarono tutte verso la piazza di Pescia. Le campane di tutti i paesi suonarono a festa, sul campanile di Uzzano alcuni giovani issarono la bandiera Tricolore.

La lotta partigiana nel nostro Comune era coordinata da un Comitato di Liberazione Nazionale, espressione delle forze politiche democratiche, congiunto tra Pescia e Uzzano. Soltanto alla fine del '44, si costituì un CLN autonomo per Uzzano, a capo del quale fu posto Carlo Angeli, democristiano, già assessore comunale prima del fascismo, poi consigliere comunale e provinciale nel Dopoguerra. Assieme a lui, Lodovico Rossi, socialista, Gino Parlanti, democristiano, Bruno Natali e Arturo Angeli, comunisti. Collaboratori il prof. Adolfo Bagnatori, monarchico, Otello Ercolini, democristiano, e Pietro Sabatini, il popolare macellaio "Pippotto" di S. Lucia, liberale.

La nostra gente poteva ora far festa, lasciandosi alle spalle anni di sofferenze, lutti, distruzioni, persecuzioni. Anche Uzzano avrebbe potuto avviare l'altrettanto difficile periodo della ricostruzione materiale e morale del paese e delle sue frazioni.

Ecco le formazioni partigiane che agirono sul nostro territorio:

- 2° G.A.P. (Gruppo Azione Patriottica) “Siepe”, formatosi in seno al CLN di Pescia e Uzzano dopo l’8 settembre 1943, operante nella zona di Uzzano e Pianacci.

Componenti: Bruno Natali, capogruppo; Bruno Bellandi, vice caposquadra; Ivo Silvestri; Cesare Natali; Enrico Bellandi; Enrico Quiriconi; Vivaldo Franchi; Renzo Campioni; Siro Pieri; Angelo Brissi; Dino Capocchi; Fiorenzo Angeli; Irio Stiavelli; Idio Silvestri; Salvatore Guicciardo; Saverio Spicciani; Arturo Angeli; Silvano Incerpi.

Collaboratori: Luigi Petrini; Maria Incerpi; Rolando Del Ministro; Orlando Lucaccini; Ricciardo Incerpi.

- 13° G.A.P. (Gruppo Azione Patriottica) “Tania”, formatosi nell’agosto 1944 in seno al CLN di Pescia e Uzzano, operante nella zona della Costa e Santa Lucia.

Componenti: Duilio Antonini, capogruppo; Giuseppe Antonini; Ezio Pasquinelli; Michele Michelotti; Vasco Michelotti; Elio Minghi; Giovanni Franchi; Renzo Papini.

- Formazione Paganelli “Patria e Libertà”, formatasi nel giugno 1944 in seno al CLN di Chiesina Uzzanese, operante nella zona del Molinuovo e Torricchio.

Componenti: Marino Paganelli, capogruppo; Luigi Pacini; Edoardo Stipiti; Giovanni Magrini; Omero Pasquinelli; Edoardo Girolami; Lido Birindelli; Mario Bacci; Aldo Bacci; Vivaldo Bacci; Armando Bacci; Rino Niccolai; Ado Girolami.

Ultimo aggiornamento

Sabato 07 Novembre 2020