Uzzano e S.Allucio

Data di pubblicazione:
04 Maggio 2022
Uzzano e S.Allucio

Allucio di Campugliano in Valdinievole (Campugliano, 1070 – Campugliano, 23 ottobre 1134) è stato confessore e spedalingo (amministratore di ospedale). Viene venerato come santo dalla Chiesa cattolica.
Allucio, figlio di Omodeo, era un allevatore di bovini che, contemporaneamente, si dedicava all'accoglienza presso la sua casa dei viandanti della vicina strada Firenze-Lucca, l'antica Cassia-Clodia, e fondò uno xenodochio con chiesa dedicata ai santi Luca ed Ercolano. Le cronache del tempo raccontano che egli si seppe contornare di molti collaboratori, attratti dal suo carisma e dalla sua fede semplice ma salda, fondando una sorta di congregazione laicale d'assistenza, i fratres Allucii.
L'attività di Allucio, sempre più incoraggiata dai pievani di Pescia e dallo stesso vescovo di Lucca, si estese ben oltre Campugliano e la stessa Valdinievole, giungendo sino in pianura padana. Secondo la leggenda devozionale, grazie alla sua autorità, fu sospesa una guerra tra le città di Faenza e Ravenna.

Sepolto dopo la morte nell'antica chiesa dei S.s. Luca ed Ercolano presso lo spedale di Campugliano, con la soppressione dell'ente assistenziale nel 1785 le sue ossa furono portate in Vescovato a Pescia. Contese tra la neonata parrocchia di S. Lucia a Terrarossa, sul cui territorio rientrava lo spedale, e il Capitolo del Duomo di Pescia, la spuntò quest'ultimo e nel 1791 furono esposte in Cattedrale, nell'altare della Madonna del Rosario. Nel 1934, in occasione degli 800 anni dalla "nascita al Cielo", fu creata una cappella dedicata a Sant'Allucio al posto della vecchia cappella battesimale. Con i restauri del Duomo nel 500° della Diocesi e il ripristino della cappella battesimale, le spoglie di Allucio sono state traslate nell'annesso oratorio, divenuto luogo dedicato al culto del santo.

Lo Spedale di Sant' Allucio era posizionato su una variante importante della "Francigena" storica e principale. Ne restano segni e lapidi nella zona vicino al fiume Pescia. I resti dello Spedale sarebbero stati più evidenti se non ci fosse stato un bombardamento nella seconda guerra mondiale.

 

Nelle foto presenti, l'urna in legno dorato nella quale sono custodite le spoglie mortali di S. Allucio, e alcuni scatti dove sorgeva lo Spedale di Sant'Allucio: si intravede il ponte della ferrovia, nella zona del Ristorante Mason.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 01 Febbraio 2024